Un osservatorio sulla realtà giovanile, una serie di incontri digitali itineranti in Romagna, un incontro finale annuale.

Questa l’evoluzione del “Forum Young”, progetto per le giovani generazioni nato lo scorso anno a Cesena Fiera dall’agenzia di comunicazione Pleiadi International assieme a GereBros Live Communications.

Il progetto, nato lo scorso anno con l’obiettivo di creare dialogo e sinergie fra le generazioni emergenti e il territorio, diventa dunque un “sistema”.

I protagonisti del progetto sono sempre i giovani inclusi fra i 23 e i 38 anni, le Generazioni Millennials e Zed. Una forbice un po’ ampia (basti pensare che per la Regione Emilia-Romagna non possono essere definiti “giovani” gli over 35) ma che riflette il continuo dilatarsi, spesso in modo grottesco, del concetto di gioventù. Questi giovani saranno messi in dialogo con loro i protagonisti dell’economia, dell’innovazione, della ricerca, della formazione, dell’agroalimentare, delle arti e creatività, dello sport e del benessere. L’obiettivo è quello di creare un sistema di condivisione, confronto e crescita con lo sguardo rivolto al futuro del territorio in chiave professionale.

Osservatorio

Partiamo dall’Osservatorio Young. Lanciato al termine della prima edizione di Forum Young a Cesena Fiera, l’Osservatorio raccoglie e mette in rete un insieme di informazioni (dati, trend, analisi, studi) sui giovani tra i 23 e i 38 anni, attraverso sondaggi e indagini in cui sono loro stessi a rispondere, per farne un grande “spazio documento” sulle tendenze in atto nel territorio. Una grande stanza digitale che analizza ed elabora mappe e valori che esprimono il sentiment di queste generazioni sui temi esaminati. Un luogo dove confluiscono dati, continuamente aggiornato anche grazie ai sondaggi sempre attivi sul sito (https://www.forumyoung.it/survey) e sui canali social. Tra i temi analizzati: le difficoltà dei Millennials e della Generazione Z nel mondo del lavoro, come i giovani vivono la scuola, quale futuro si aspettano in una società in costante evoluzione, come hanno vissuto l’esperienza del lockdown.
I dati così raccolti consentono inoltre di definire i territori di interesse e dibattito per i momenti ‘live’, le Young Tables e il Forum Young annuale.

Young Tables

Mentre l’Osservatorio, sempre operativo, raccoglie i dati, i temi di interesse emersi vengono affrontati nelle Young Tables. Seconda novità del progetto, si tratta di tavoli digitali aperti a gruppi di Millennials e Z Gen di tutta Italia ma con focus territoriali: Faenza, Forlì, Cesena e Rimini, Ravenna e Bologna, Roma e Firenze. Stimolati da video-domande poste da imprenditori e opinion leader del territorio, i giovani talenti condivideranno le proprie valutazioni, risposte, riflessioni: le più smart saranno la traccia degli eventi annuali. Il progetto nelle varie tappe coinvolgerà l’Università di Bologna, Enti di Ricerca, incubatori territoriali e tante altre realtà.

Il primo Young Tables sarà su Faenza il prossimo 27 maggio dalle 15.00 alle 17.00, dove si uniscono interessi e partecipazione di imprese private con pubblica amministrazione (Comune di Faenza) e Associazioni di riferimento come Contamination Lab, lavoratori ed Enti specializzati.

Per registrarsi https://www.forumyoung.it/tables/faenza/

Evento annuale

Raccolti i dati dell’Osservatorio, completata la road map delle Young Tables, il percorso trova il suo compimento finale nel Forum Young Talk, l’evento annuale confermato per il 27 novembre 2020.

Forum Young è un progetto di Pleiadi International, Agenzia di Comunicazione integrata, e GereBros Live Communications.
Main partners: Bartoletti e Cicognani e Visualitica.

Fonte: Redazione CorriereCesenate